RSS

Spezzatino ai ceci

22 Nov

Lo so, lo so. Ho fatto anche il salame di cioccolata ma in modo così incasinato e incontrollato che non sarà mai riproducibile, non so le dosi di niente, ho messo tutti i biscotti che avevo in casa, burro non so quanto, cioccolato fondente di copertura non so quanto, panna da cucina una confezione e rhum boh ed è venuto buonissimo ma che ve la posto a fare.

Dicevamo? Ah, sì, ho fatto lo spezzatino ai ceci perché mia madre ha abbandonato skype tutto il giorno senza rispondermi per tempo sulla presenza di melagrane sull’albero e quindi non ho fatto in tempo a fare la ricetta del maiale con salsa di melagrane. Prendetevela con lei se (a) ho fatto un’altra ricetta reperita in rete e (b) questo non vi risparmierà, ora che ho raccolto una decina di melagrane, dal fare comunque un’altra ricetta che posterò su queste lande a breve.

Dunque, avevo trovato una ricetta simpatica in rete ma avendola modificata parecchio non vale la pena citarla.

Fase 1: ricordatevi di mettere a mollo i ceci se no col cappero. No, non intendo che o li mettete a mollo o li mettete col cappero. Uff. Metteteli a mollo poi dopo tot ore schiaffateli nella pentola a pressione con acqua (un bel po’ che poi dopo servirà quindi anche se rimane fa niente) sale olio pepe una capa d’aglio intera e salvia. Fate cuocere per benino finché i ceci sono morbidini ma non sfatti e trasferite tutto in un contenitore in modo da poter riutilizzare la pentola a pressione.

spezzatino ceci

Fase 2: prendete un cipollotto e affettatelo sottile, poi fatelo imbiondire lentamente in un po’ d’olio nella pentola. A questo punto prendete i vostri bei bocconcini di maiale e tagliateli come volete, puliteli dal grasso se volete (io non voglio), sminuzzateli in cubetti lato 3cm se siete un Nexus6. Infarinateli abbondantemente (io li ho proprio quasi schiacciati nella farina) e scaraventateli con gesto di disprezzo nell’olio con cipollotto, a fuoco abbastanza alto, giusto per farli dorare e crosticchiare un po’. Una volta che è tutto dorato e avete bruciato la pentola a pressione avete fatto insaporire tutti i pezzi di maiale, aggiungete un goccetto di vino bianco (se la bottiglia sta per finire, sentitevi pure liberi di finire il resto bevendolo a stomaco vuoto che vi fa bene), alzate la fiamma e fate evaporare velocemente il vino.

Fase 3: raccogliete con un mestolo tutto il brodo avanzato dei ceci senza prendere i ceci e versatelo nella pentola a pressione coprendo il maiale. Salate se siete bravi a farlo, se no aspettate la fine come faccio io (che tanto, alla peggio, mangio sciapo), chiudete la pentola a pressione e nel giro di una mezz’oretta, facendo passare cinque minuti da quando fischia per due o tre volte, fate assorbire quasi tutto il liquido che avete versato. A quel punto, gli ultimi cinque minuti aggiungete anche i ceci, giusto per farli amalgamare. Dopo l’ultimo “giro di fischio” aprite la pentola a pressione, spolverate di abbondante curry, mescolate e impiattate.

Annunci
 
Lascia un commento

Pubblicato da su 22 novembre 2013 in 2. Secondi

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: